LACRYMA CHRISTI DEL VESUVIO ROSSO

12.00

Prodotto in Italia

Contiene Solfiti

Scarica qui la scheda prodotto

Disponibile

Qty:
Compara

Descrizione

Famoso vino napoletano vinificato inizialmente dai monaci dei conventi alle pendici del Vesuvio. La leggenda narra che Dio, riconoscendo nel Golfo di Napoli un lembo di cielo strappato da Lucifero durante la caduta verso gli inferi, pianse e, laddove caddero le lacrime divine, sorse la vite del Lacryma Christi. Si possono fregiare della denominazione di Lacryma Christi solo quei vini prodotti da uve che sono state raccolte quando dai loro acini stillano lacrime di zucchero ed hanno una gradazione alcolica minima naturale di 12% vol
Le uve sono coltivate solo in 15 comuni del napoletano, ad alta vocazione vitivinicola e localizzati su tutta la fascia pedemontana del Vesuvio dove i vigneti ospitano varietà autoctone, da sempre coltivate in questa zona:
Le varietà Piedirosso (o “Per’ e Palummo”) localmente chiamato Palombina (o Palummina), Sciascinoso (localmente chiamato Olivella) ed Aglianico concorrono per la realizzazione del Lacryma Christi Rosso.

TIPO: rosso
UVE: 80% Piedirosso, 20% Aglianico
VENDEMMIA: seconda decade di Ottobre
FERMENTAZIONE: fermentazione e macerazione in serbatoi di acciaio inox per circa 2 – 3 settimane
MATURAZIONE: 4 mesi in serbatoi di acciaio
AFFINAMENTO: 2 mesi in bottiglia
CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE: colore rosso rubino intenso, profumo vinoso, gradevole, sapore secco, armonico e vellutato
ABBINAMENTI: ottimo vino da bere con piatti saporiti e sughi di carne
TEMPERATURA DI SERVIZIO: 15° – 16° C
GRADAZIONE: 13% vol
VITIGNO: piedirosso

Vitigno a bacca nera. Foglia media orbicolare pentalobata. Il grappolo, medio o grande, è di forma tronco-piramidale, tozzo, con acini medio-grandi, sferici con buccia pruinosa, spessa

Informazioni aggiuntive

Peso 1.5 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “LACRYMA CHRISTI DEL VESUVIO ROSSO”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *